Foto gallery

MS2016081354694

Recensioni

RecensioneREVOLUCION

Revolucion

Autore:
Marco Cantieri

Regia:
Marco Cantieri

GENERE: Commedia

ATTI: 1

FASCIA D’ETA’ CONSIGLIATA: Pubblico adulto e ragazzi

CODICE OPERA SIAE: 
Opera non tutelata

MUSICHE: Non Depositate

CAST ARTISTICO: Marco Cantieri, Adriana Giacomino, Annamaria Zaccaria, Franca Guerra, Cataldo Russo, Massimo Recchia

ANNO PRODUZIONE: 2016 
DURATA SPETTACOLO: 1 h. 20 min.

ESIGENZE TECNICHE: Palco min. 6x8, 12 fari piazzati completi di gelatine, impianto audio completo di casse, lettore CD, quintaggio nero. All’occorrenza audio e luci s’intendono autonomi.

NOTE DI REGIA

E' diventato quasi normale camminare uno vicino all'altro, condividere spazi, ambienti, situazioni e, nonostante ciò, avere sempre più frequentemente la sensazione di essere totalmente incapaci di un'istintiva possibilità di vera comunicazione.

E' indiscutibile che la diversità umana con cui ci rapportiamo quotidianamente richieda un'incredibile abilità nel percepire cosa sia meglio fare o dire, in quel preciso istante, per capire o sentirsi capiti.

Il linguaggio oggettivo, strutturato e spesso scontato, crea un ponte illusorio su cui le persone credono d'incontrarsi.

In realtà sempre più spesso percepiamo la presenza di un'impalpabile barriera, una parete che sembra diventare, ogni giorno di più, un ostacolo invalicabile.

Da questa invisibile parete nasce il nostro spettacolo. Oltre la quale vivono un gruppo di anime dimenticate, allontanate ed emarginate da un mondo che sembra non aver più bisogno di loro. In essi però, non si è mai spenta la scintilla della rivoluzione! Hanno la convinzione di riuscire a cambiare la realtà. Credono di poter costringere il mondo a fermarsi e riflettere! E per realizzare il loro sogno, lotteranno con ciò che di più bello la vita gli ha regalato! Lotteranno per un futuro migliore!

Fra queste anime s'aggira una vecchia signora a cui non interessa il futuro. Lei vorrebbe riannodare il suo legame col passato che ha il volto di un uomo conosciuto, amato tanti anni prima e mai dimenticato. Un passato macchiato da una scelta sbagliata di cui lei si è pentita amaramente. Una lettera di perdono le da la possibilità di ricucire quello strappo, di rivedere il suo Giacomo. E lei lotterà con tutte le sue forze perché questo accada. Questa è la sua rivoluzione!

Dunque, è come se l' anima di questo sgangherato gruppo fosse lacerata in due: da un lato chi lotta per un futuro diverso e dall'altro la vecchia signora che, coraggiosamente, guarda al passato per costruirsi un presente pieno di speranza!

Dove sta allora, per loro, il senso vero della rivoluzione?

Compagnia Teatrale
scrittaarmathanbis1
item9
ArrowDown3lilla2

TEATRO ARMATHAN • Via Emo,10 • 37138 VERONA • Tel. 045 6801682 - 338 6000334 • Fax 045 9251227 • e-mail: info@teatroarmathan.it